Nuovo corso

Spandakārikā

La metafisica kāśmīra negli Spandakārikā. Gli Spandakārikā, ovvero "le strofe sulla vibrazione", sono stati attribuiti a Vasugupta, autore dei famosissimi Śivasūtra. Molto più probabilmente furono anche rimaneggiati da Bhaṭṭa Kallaṭa, discepolo di Vasugupta, autore accertato dello Spandavṛtti.
16 students Iscritto
0
0 recensioni
  • Descrizione
  • Argomenti
copertine_spandakarika.jpg

La metafisica kāśmīra negli Spandakārikā.

Gli Spandakārikā, ovvero “le strofe sulla vibrazione”, sono stati attribuiti a Vasugupta, autore dei famosissimi Śivasūtra. Molto più probabilmente furono anche rimaneggiati da Bhaṭṭa Kallaṭa, discepolo di Vasugupta, autore accertato dello Spandavṛtti.

Di essi abbiamo tre illustri commentatori:

  1. Kṣemarāja, allievo di Abhinavagupta, nei suoi Spadanirṇaya e Spandasaṃdoha;
  2. Rāmakaṇṭha (Rājānaka Rāma) che, nel suo Spandavivṛti, ne paventò la compaternità di Bhaṭṭa Kallaṭa;
  3. Bhagavadutpala nel suo Spandapradīpikā (cfr. Mark Dyczkowski, The Stanzas on Vibration, SUNY Press).

Li affronteremo, sia da un punto metafisico sia da uno psicologico, vista la corrispondenza tra Śiva (Coscienza Universale) e jīva (anima incarnata), nell’inspirato testo di Jaydeva Singh, amico e consulente testuale del mio amato guru Bābā Muktānanda.

Il corso è composto d 5 Lezioni

Ogni Lezione sarà in differita, registrata e messa sul sito.

Ogni lezione sarà divisa in due registrazioni, una teorica e l’altra di pratica meditativa.

L’accesso al corso sarà valido per 6 mesi dalla data di iscrizione.

Vi aspetto!

sarva maṅgalaṃ